Tag


L’industria delle bevande riparte da drinktec

Con oltre 66.000 visitatori da 183 Paesi, drinktec 2013, salone internazionale per l’industria delle bevande e degli alimenti liquidi, ha superato tutte le attese, convincendo espositori e visitatori in pari misura.

Riempimento delicato, sapore gradevole, lunga conservabilità

Riempimento a caldo o asettico? È questa la domanda che si pongono le aziende di imbottigliamento di bevande sensibili quando devono decidere un investimento. Sempre più spesso la scelta cade sul riempimento asettico a freddo. Il mercato per prodotti confezionati in questo modo cresce, perché le bevande fresche e naturali piacciono ai consumatori. Inoltre, i commercianti apprezzano la lunga conservazione e l’eliminazione della catena del freddo. Sviluppi e tendenze nella tecnologia asettica saranno in primo piano a 2013, il salone internazionale delle tecnologie per l’industria delle bevande, dal 16 al 20 settembre 2013 a Monaco di Baviera.

Flessibilità e sicurezza delle bevande con i sistemi di riempimento moderni

Insieme ai consumi di bevande confezionate crescono le richieste e le aspettative delle aziende rispetto agli impianti di riempimento. Le risposte dei costruttori di macchine e impianti alle sfide della flessibilità, della sicurezza dei prodotti, della sostenibilità e della facilità d’utilizzo si troveranno a drinktec 2013, il salone internazionale delle tecnologie per le bevande e gli alimenti liquidi.

Etichette e idee di confezionamento per menti creative

Su scala industriale si parla di quasi un miliardo di contenitori di bevande all’anno, che devono essere tutti etichettati e confezionati. drinktec 2013, il salone internazionale per l’industria delle bevande e degli alimenti liquidi, mostra le principali tendenze e le soluzioni più innovative in questo settore.

Tecnologie di processo, riempimento e imballaggio per vini e spumanti

Uno studio dell’istituto di ricerche di mercato britannico “The IWSR” prevede che il consumo mondiale di vino aumenterà di oltre il 3 percento entro il 2014. In particolare, la fascia di mercato con un prezzo a bottiglia superiore a 7 Euro registrerà una crescita del 6,11 percento, mentre i vini pregiati perderanno quote di mercato. Questo significa che il consumatore ha grandi aspettative in termini di qualità, presentazione e marketing del vino. A questo si aggiungono, per il vignaiolo, sfide come la sostenibilità, la gestione delle acque chiare e reflue e, non da ultimo, l’esigenza di ottimizzare i costi di produzione. Temi complessi che richiedono risposte tecnologicamente adeguate. Risposte che si troveranno a Monaco di Baviera dal 16 al 20 settembre 2013 a drinktec, il principale salone internazionale per l’industria delle bevande e del liquid food.

Latte e prodotti derivati: un settore in crescita

Anche le imprese del settore caseario devono investire in tecnologie avanzate per ridurre i costi, se vogliono avere successo nel mercato prospero del latte e dei prodotti a base di latte. Caseifici e produttori di alimenti liquidi troveranno a drinktec 2013 una rassegna delle novità e degli sviluppi più recenti del settore. Già alla scorsa edizione nel settembre 2009, oltre un quinto dei visitatori proveniva dal mondo dei prodotti liquidi a base di latte. Questo significa che il principale salone internazionale di tecnologie per le bevande e il liquid food si è ritagliato uno spazio rilevante nell’industria casearia. Un’ulteriore conferma è la scelta di grandi associazioni del settore di organizzare convegni e assemblee a drinktec.

Verso il successo con il pilota automatico

Le soluzioni di automazione, controllo e IT utilizzate in tutto il mondo per la produzione di birra, bevande rinfrescanti e alimenti liquidi saranno in mostra dal 16 al 20 settembre 2013 a drinktec, il salone internazionale di tecnologie per le bevande e il liquid food in programma a Monaco di Baviera.

Il futuro della birra è variegato e variopinto

L’industria della birra del futuro sarà “variopinta”, in termini di materie prime, fonti energetiche, profili di gusto e tipologie di birra. Questa varietà sarà favorita, da un lato, dalle grandi aziende attente ai costi e all’efficienza e, dall’altro, dai piccoli birrifici specializzati che puntano sulla qualità e sull’unicità del prodotto. Entrambi gli approcci, nonostante esigenze diametralmente opposte, troveranno un punto d’incontro dal 16 al 20 settembre 2013: drinktec, il salone internazionale delle tecnologie per le bevande e gli alimenti liquidi, che offre punti di vista interessanti all’intero settore. Le multinazionali devono infatti prestare attenzione ai costi come le piccole e medie imprese, mentre i direttori tecnici stanno diventando esigenti come gli addetti agli acquisti e gli esperti di marketing.

Dolcificanti, coloranti, aromi, ecco la via per creare bevande innovative

A drinktec 2013, dal 16 al 20 settembre 2013 nel Centro Fieristico di Monaco di Baviera, saranno presenti le maggiori realtà internazionali del settore per mostrare le ultimissime novità in materia di dolcificanti, coloranti e aromi. Un appuntamento da non perdere sarà l’area speciale “New Beverage Concepts” nel padiglione B1.

Le energie rinnovabili nell’industria delle bevande

Don’t leave footsteps! L’imperativo dell’arrampicatore moderno è non lasciare traccia del proprio passaggio sulla roccia. Per questo motivo anche i classici chiodi sono stati sostituti da cunei e ganci mobili, e quindi “rinnovabili”. La filosofia del “clean climbing” potrebbe diventare il credo futuro dell’industria alimentare e delle bevande. Anche qui, infatti, i vincoli operativi e la responsabilità sociale diventano sempre più severi e impongono di ridurre al minimo la cosiddetta “impronta” del prodotto finale. Le innovazioni in vista o già disponibili in questo campo saranno in mostra dal 16 al 20 settembre 2013 a drinktec, il salone internazionale delle tecnologie per le bevande e gli alimenti liquidi a Monaco di Baviera.