Sviluppi nel settore minerario

25/02/2016

Tutte le novità di bauma, in programma dall’11 al 17 aprile a Monaco di Baviera.

Gli scavi per miniere e tunnel sono già dal 2004 un elemento chiave di bauma. Anche la prossima edizione del Salone Internazionale di Macchine, Materiali, Veicoli e Apparecchiature per l’Industria Edilizia ed Estrattiva, dall’11 al 17 aprile a Monaco di Baviera, proporrà al settore minerario le innovazioni e gli sviluppi più recenti. All’incontro con la stampa nel mese di gennaio le aziende hanno già anticipato molte novità.

Il nuovo sistema di monitoraggio Certiq di Atlas Copco Rock Drills AB è diventato standard sui macchinari dell’azienda per l’industria delle costruzioni e il settore estrattivo. Il sistema Certiq si basa sulla tecnologia telematica di trasmissione wireless dei dati. Proprietari e operatori dei mezzi, ad esempio per perforazioni a cielo aperto o sotterranee, possono tenere costantemente sotto controllo le prestazioni delle loro macchine ovunque si trovino. Con i dati raccolti in tempo reale possono quindi ottimizzare la configurazione e la dotazione delle macchine per puntare alla massima produttività e redditività. Il software Certiq raccoglie un’enorme mole di dati durante l’esercizio, rendendoli disponibili e accessibili su un portale web dedicato sotto forma di grafici chiaramente intellegibili. Gli utenti possono accedere facilmente al portale con il proprio profilo per monitorare singole macchine o un’intera flotta. Il sistema mostra agli utenti le modalità di utilizzo di una macchina, sia quelle correnti sia quelle passate, visualizzando i tassi di disponibilità, le esigenze di manutenzione e molto altro. Inoltre il sistema genera report automatici e li invia al proprietario o all’operatore della macchina.

Con l’aggiunta di quattro nuovi modelli, Bell Equipment ha completato la famiglia di autocarri articolati con ribaltabili Serie E. Con gli attuali ribaltabili Bell B25E e B30E, i nuovi modelli di fascia media B35E e B40E e i nuovi dumper di grandi dimensioni B45E e B50E, Bell mantiene la classica articolazione in categorie e continua a offrire la gamma più ampia di 6×6. In particolare, i modelli Bell B35E e B40E rispondono alla domanda del mercato di capacità di carico superiori. La conformità alle normative EU4/Tier4 è stata raggiunta da Bell Equipment con l’adozione di nuovi motori a sei cilindri in linea di Mercedes-Benz, ottimizzati per attività fuoristrada.
Per muoversi in sicurezza nell’industria edilizia, Continental AG propone i cingoli con marchio Trackman. I cingoli sono simili a nastri di azionamento chiusi sui quali avanzano macchine e attrezzature pesanti come trasportatori e macchine per la costruzione di strade. Grazie alla tecnologia Armorlug, i cingoli offrono prestazioni e durata superiori: Numerosi facchini integrati negli strati di tessuto irrigidiscono il materiale e ne aumentano la resistenza. Altrettanto affidabili, economici ed ecologici sono i nastri trasportatori per la movimentazione efficiente di merci.

I visitatori del salone potranno vedere, fra le altre cose, le ultime soluzioni nel campo dei trasporti verticali, delle cinghie chiuse, dei nastri di trasporto resistenti al calore, del trasporto a basso consumo energetico e delle cinghie in PVC leggere.
Cummins Inc. di Columbus, Indiana, USA, presenta la nuova generazione di motori ultra-ecologici, conformi alla Fase V delle direttive sulle emissioni dell’UE per le macchine per edilizia, industria estrattiva e movimentazione di materiali. Questi motori coprono un ampio spettro di potenze da 55 a 300 kW e, oltre a soddisfare il requisito “emissioni quasi zero” delle normative Fase V, garantiscono un incremento delle prestazioni e della coppia fino al dieci percento. Le prestazioni dei motori per la Fase V vengono raggiunte grazie a un approccio innovativo in termini di combustione, flusso d’aria e iniezione del carburante, che consente a Cummins di sfruttare appieno il potenziale dei quattro cilindri QSF3.8 e QSB4.5 e dei sei cilindri QSB6.7 e QSL9, senza aumentare la cilindrata.

Zetros è una gamma di autocarri Mercedes-Benz di Daimler AG concepita principalmente per impieghi pesanti fuoristrada. La concezione di cassonato offre ottime prestazioni di guida su terreni sconnessi e un’altezza massima ridotta. Il motore è facilmente accessibile per la manutenzione senza ribaltare la cabina di guida. Zetros è un cassonato lungo disponibile esclusivamente con trazione integrale permanente. La capacità di guado è di 800 mm, con possibilità di arrivare fino a 1.190 mm. Zetros viene fornito con motore diesel a sei cilindri in linea OM 926 LA con cilindrata da 7,2 litri e 240 kW. Si tratta di motori con limiti di emissioni conformi a Euro3 ed Euro5. La trasmissione è a trazione integrale permanente ed è dotata di un ingranaggio di distribuzione con rapporto 1:1,69. Zetros viene fornito di serie con cambio manuale a nove marce. Su richiesta è disponibile anche con cambio automatico Allison.

Macchine, veicoli e attrezzature per l’edilizia e l’industria estrattiva sono il principale ambito di destinazione dei motori di Deutz AG. La casa presenta in anteprima il nuovo motore a gasolio e metano TCD 2.2, oltre al collaudato TCD 2.9 nella versione metano. TCD 2.2 con potenze fino a 55 kW offre un’opzione ulteriore per applicazioni di movimentazione dei materiali e su macchine per edilizia compatte. In particolare, il motore verrà commercializzato in versione sia diesel sia metano (GPL o altri tipi di metano). La versione metano raggiunge una potenza di 42 kW e costituisce una novità nella gamma di veicoli diesel di Deutz. TCD 2.2 andrà in produzione nel 2019, in tempo per l’entrata in vigore della normativa UE Fase 5. Tutti i modelli TCD 2.2 e 2.9 condividono la stessa piattaforma motore, offrendo al cliente ampie sinergie di integrazione, ad esempio per gli allacciamenti o la fornitura di ricambi.

Con LF-21H il costruttore GHH Fahrzeuge GmbH propone al mercato un potente caricatore gommato con una portata di 21 tonnellate. L’azionamento Efficient Drive System (EDS) è ottimizzato per i lavori di scavo. Il motore Deutz ecologico rispetta la normativa EU più restrittiva sui gas di scarico, Fase IV, riducendo al minimo il fabbisogno di aerazione nei lavori sottoterra. Oltre alla versione standard, il caricatore è disponibile con diversi tipi di cabina per poter essere utilizzato anche in gallerie con altezze di 2,5 metri. La cinematica Z specificamente concepita per l’estrazione di minerali metalliferi garantisce la massima forza di rottura ed è ideale per il carico di autocarri a cassone ribaltabile.

Il Gruppo Hazemag progetta e fabbrica macchine e impianti per l’industria edilizia e mineraria. Prodotti e impianti vengono impiegati sia nella lavorazione di materie prime nel settore delle costruzioni, sia nelle attività di scavo per l’estrazione di carbone, sale, potassio, minerali metalliferi, platino e diamanti. Lehigh Cement Company (Heidelberg Cement Group) ha ordinato a Hazemag un impianto semi-mobile per la frantumazione di pietra calcarea destinato alla fabbrica di Union Bridge. L’impianto lavorerà fino a 2.500 t/h di pietra calcarea con pezzi di dimensioni che possono arrivare a due metri di lunghezza. Il materiale viene estratto da un bunker di alimentazione da 400 t mediante un nastro a piastre HAF 25160. Il materiale fine presente nel carico di rocce viene vagliato fino a 100 mm di granulometria su una rulliera HRS 2638.

Herrenknecht AG fornisce macchine scavatunnel con diametri da 0,10 a 19 metri, oltre a impianti per scavi in profondità e perforatrici per pozzi verticali e inclinati. La novità proposta dall’azienda a bauma è una perforatrice Slant Directional Drilling (SDD), che offre un metodo alternativo di perforazione diagonale per lo sfruttamento di giacimenti di petrolio e gas vicini alla superficie, tradizionali o non tradizionali. Si tratta di una combinazione fra la perforazione orizzontale (Horizontal Directional Drilling) e quella verticale (VDD). L’angolo di penetrazione nei sistemi HDD è fra 8 e 18 gradi, nella VDD è di 90 gradi. Giacimenti poco profondi possono essere tuttavia raggiunti velocemente con inclinazioni di 30 gradi, che consentono poi di proseguire facilmente la perforazione in direzione orizzontale.

Keestrack N.V. presenta il nuovo frantoio a cono cingolato H4 (da 35 a 50 t). Questo modello specificamente progettato per lavorazioni secondarie e terziarie ad alto valore aggiunto, con capacità da 120 a 200 t/h, si basa sulla tecnologia della frantumazione a cono ottimizzata per applicazioni mobili. Secondo Keestrack le applicazioni più avanzate sono il controllo e il monitoraggio del processo di frantumazione, con benefici diretti e concreti in termini di produttività e qualità del prodotto. Evoluzione della serie Galleon, Keestrack H4 presenta un telaio completamente ridisegnato che, oltre a essere dotato di potenti vagli a monte e a valle, sfrutta azionamenti innovativi. In particolare, Keestrack H4 è il primo frantoio a cono mobile al mondo provvisto di un modulo di vagliatura triangolare ad alta efficienza con recupero del materiale con granulometria eccessiva, che consente di ottenere tre prodotti finali con un unico passaggio. Per l’azionamento Keestrack offre libera scelta fra due combinazioni: azionamento diesel diretto del frantoio con periferia elettrica ed elettro-idraulica (nastri, vagli ecc.) o variante completamente ibrida/plug-in e azionamento elettrico del frantoio tramite generatore diesel a bordo e/o allacciamento alla rete elettrica.

Con il frantoio Mobicone MCO 11 PRO, Kleemann GmbH, società del gruppo Wirtgen, ha lanciato la nuova gamma PRO-Line, che offre alle aziende di frantumazione impianti particolarmente robusti per applicazioni pesanti. L’impianto è azionato da un potente azionamento elettrico-diesel con consumi ridotti, che può essere allacciato a un’alimentazione di corrente esterna. Questo frantoio a cono con una capacità massima di 470 t/h è dotato di un innovativo sistema di alimentazione continua (Continuous Feed System) per mantenere la produttività dell’impianto. MCO 11 PRO è ideale anche per la realizzazione di impianti concatenati. Può essere trasportato in un unico pezzo e, grazie ai componenti ad azionamento idraulico, può essere messo in funzione velocemente.

Kögel Trailer GmbH & Co. KG presenta il nuovo Kögel Multi, un rimorchio universale particolarmente indicato per il trasporto di materiali da costruzione e merci resistenti alle intemperie. Il rimorchio ribassato offre un telaio rinforzato e una capacità di carico di 15 tonnellate per impieghi pesanti in edilizia. Le pareti di alluminio possono essere ribaltate in base alle esigenze, consentendo l’utilizzo versatile di Multi per il trasporto di diversi materiali.

Partendo dalle indicazioni dei clienti, Komatsu Mining ha sviluppato il nuovo PC7000. Questo escavatore da 677 t è stato progettato come l’escavatore idraulico più sicuro e potente della sua categoria. Il PC7000 è azionato da due motori diesel da 1250 kW ciascuno, con azionamento opzionale con motori elettrici. Provvisto di benna di sollevamento e scavo da 36 m³, PC7000 è studiato per diverse condizioni ambientali. PC7000 è concepito per lavorare con i ribaltabili 830E e 860E di Komatsu da 240 a 290 t. Gli operatori apprezzeranno la migliore manovrabilità della macchina, dopo che Komatsu ha ottimizzato sia il comando della benna sia l’impianto idraulico: l’escavatore brandeggia più velocemente e la benna penetra più facilmente nel materiale.

A bauma, Liebherr-International Deutschland GmbH comincerà la commercializzazione di Liebherr PR 776, il primo bulldozer con azionamento idrostatico nella classe da 70 tonnellate, destinato agli impieghi più gravosi in miniere e cave. Il bulldozer è azionato da un motore diesel a dodici cilindri Liebherr con potenza massima di 565 kW. Il peso operativo del PR 776 può arrivare a 74 t con la possibilità di applicare lame da 18 m³ (lama a semi U) a 22 m³ (lama a U). Grazie all’azionamento di moderna concezione, l’esercizio del PR 776 è estremamente economico. Una novità in questa categoria di macchine è rappresentata dall’azionamento idrostatico continuo, utilizzato su tutti i bulldozer di Liebherr. Un altro aspetto importante dell’azionamento è la regolazione della pressione di alimentazione in base al fabbisogno effettivo. Ad esempio, quando l’esercizio non richiede la massima pressione di alimentazione, questa viene automaticamente ridotta.

La seconda parte delle novità per l’industria estrattiva verrà pubblicata a marzo.

16_i_bauma 2016_foto