Sviluppi nel settore minerario – Parte II

03/03/2016

Tutte le innovazioni e gli sviluppi più recenti del settore minerario, in mostra nella prossima edizione del Salone Internazionale di Macchine, Materiali, Veicoli e Apparecchiature per l’Industria Edilizia ed Estrattiva, in programma dall’11 al 17 aprile a Monaco di Baviera.

Per lavori di estrazione e produzione di ghiaia, MAN Truck & Bus AG propone ai mercati extra-europei il robusto e capace rimorchio MAN TGS per la famiglia WorldWide. L’azienda ha apportato ai propri veicoli diverse migliorie mirate a settori specifici. L’autoarticolato a due assi del modello MAN TGS 33.480 6×6 BB in esposizione a bauma ha un interasse maggiorato di 1500 mm, che consente di montare pneumatici singoli di grande formato tipo 16 R 20. Il ribaltabile è compatibile anche con pneumatici 24 R 20,5, qualora si rendessero necessarie le proprietà di aderenza al terreno di queste gomme. L’autocarro ribaltabile MAN TGS, che raggiunge una portata complessiva di 33 t, si propone così come valida alternativa agli articolati con prezzi di acquisto notevolmente superiori. Con MAN TGS WorldWide la casa di Monaco di Baviera ha realizzato un autocarro ideale per percorsi accidentati e condizioni climatiche estreme come gelo e neve o caldo torrido. Nelle regioni artiche e negli inverni gelidi si dimostra particolarmente utile il riscaldamento dell’acqua di raffreddamento in folle, che consente l’utilizzo del veicolo fino a 40 gradi sotto zero.

Con i nuovi ribaltabili P450 per impieghi pesanti, il costruttore F. X. Meiller Fahrzeug- und Maschinenfabrik GmbH & Co KG ha riacceso il dibattito su “ribaltabile o dumper”. Con i ribaltabili posteriori, gli autocarri per impieghi pesanti diventano ancora più efficienti. Il nuovo telaio ausiliario e la forma della “pancia” abbassano il centro di gravità del mezzo, aumentandone la stabilità. Con 28 m³ reali, questi ribaltabili offrono la stessa capacità dei dumper abbinata a una serie di vantaggi per diverse tipologie di terreno: velocità superiore; scarico e carico parziale direttamente su strada; spostamenti senza trasporti pesanti o eccezionali. La sicurezza del carico è garantita dal comando a distanza i. s. a. r. -control, che sostituisce la tradizionale valvola di comando accanto alla postazione del conducente e integra tutte le funzioni accessorie del ribaltabile in un unico comando. In questo modo il telone elettrificato può essere aperto e chiuso in modo sicuro, pratico e senza perdite di tempo. Un’altra novità sono i comandi sequenziali che riducono il numero di movimenti necessari e di fatto eliminano la possibilità di errori.

MTG di Premià de Mar ha ampliato la gamma di denti per escavatori a tazze con i nuovi modelli RSS e RSXX. Entrambe le forme vanno ad aggiungersi all’offerta di denti MTG Systems Starmet per escavatori a tazze. Il tipo RSS è destinato a impieghi gravosi con forze d’impatto elevate, in particolare per le situazioni in cui il dente può essere soggetto a sollecitazioni eccessive dovute all’effetto leva. Il modello RSXX è rinforzato con un generoso riporto di materiale d’usura che conferisce al dente una resistenza straordinaria, rendendolo particolarmente adatto per applicazioni molto gravose con forti attriti e urti. Entrambe le forme si aggiungono alle tipologie già esistenti (RS, RSX ed EX) e, insieme ai portadenti e agli elementi di protezione MTG Systems StarMet Rope Shovels, costituiscono una soluzione completa per la protezione delle tazze degli escavatori elettrici, consentendo l’impiego delle configurazioni di taglienti più diffuse.

SBM Mineral Processing GmbH copre gran parte della catena di lavorazione: frantumazione, classificazione, trasporto, stoccaggio, lavaggio e risciacquo. Il frantumatore a ganasce STE 100.60 è progettato per frantumare calcare, granito, materiale di risulta e scorie. Il nuovo sistema di protezione da sovraccarichi Gap Release Control previene i danni al frantumatore e, quindi, inutili riparazioni e tempi morti. Si evita così che parti “indistruttibili” danneggino o blocchino il frantumatore. Grazie alla regolazione automatica dell’apertura, le ganasce si allargano e la parte (metallica) indistruttibile fuoriesce dal frantumatore senza provocare danni. Le ganasce mobili si riportano quindi nella configurazione predefinita e il processo di frantumazione prosegue senza ulteriori ritardi.

Oltre ad autocarri e motori, Scania CV AB presenta l’offerta della divisione Mining. Oltre un terzo dei costi di gestione di miniere e cave è legato al trasporto. L’azienda punta quindi a migliorare la gestione operativa dei propri clienti. Il settore minerario deve affrontare nuove difficili sfide che richiedono un’attenzione ancora maggiore all’efficienza dei costi e all’ottimizzazione dei processi. Scania è impegnata a supporto dei clienti nell’industria estrattiva per aumentare la produttività, ridurre i costi e migliorare la gestione del rischio, con l’obiettivo di ottenere risultati migliori.

Schäffer Maschinenfabrik GmbH ha ampliato la gamma di macchine per edilizia con quattro potenti pale gommate con cinematica Z e motori da 37 a 75 kW. Il nuovo modello 5650 Z ha una pala con capacità di 0,8 m3 e portata di 4,5 t per impieghi gravosi. Il mezzo monta un potente motore Kubota da 37 kW con 2,6 l di cilindrata e tecnologia a quattro valvole. La macchina è disponibile per la prima volta con azionamento elettrico per una maggiore efficienza energetica. La potenza del motore viene sfruttata appieno grazie al supporto dell’elettronica e interamente convertita in forza di spinta, con l’ulteriore vantaggio di una riduzione del consumo di carburante. Il comando elettronico offre numerose funzioni di sicurezza, ad esempio la protezione contro il surriscaldamento, che rende più sicuro e affidabile il lavoro con la pala 5650 Z. La nuova pala può sollevare fino a un’altezza massima di 3,40 m, mantenendo un carico molto elevato fino a 2,5 t. Il modello 5650 Z può essere utilizzato anche come motrice per rimorchi fino a 6 t, previo ottenimento della relativa autorizzazione, con ulteriore opzione di marcia veloce fino a 30 km/h.

La tecnologia di Schauenburg Maschinen- und Anlagen-Bau GmbH trova impiego laddove devono essere aperte nuove vie sotterranee, realizzati collegamenti, estratte materie prime e sfruttate nuove fonti energetiche. La gamma comprende macchine e impianti per gallerie, costruzioni sotterranee speciali e miniere. L’offerta ruota attorno agli impianti per il trattamento di fanghi. Impianti di separazione efficienti sono la premessa per l’asportazione efficace di materiale nella realizzazione di gallerie, microtunnel, HDD e pareti a membrana con l’ausilio di fluidi. Per l’industria estrattiva Schauenburg propone impianti idromeccanici di trattamento per via umida per la fase preliminare allo sfruttamento delle vene metallifere. Le rocce metallifere vengono lavate, setacciate e classificate in base al peso specifico, abbattendo in tal modo i costi operativi delle fasi di lavorazione successive.

Siemens offre alle società minerarie un azionamento senza riduttore per mulini SAG con un diametro di 42 piedi, raddoppiando la produttività rispetto ai modelli da 38 piedi finora utilizzati. L’impresa risponde con questa novità alla domanda crescente di azionamenti sempre più grandi e potenti per l’attività estrattiva. Il componente principale dell’azionamento è un motore ad anello con una larghezza di 25 m e un’altezza di 20 m. Il motore ad anello da 42 piedi è il cuore dell’azionamento senza riduttore e abbraccia completamente il mulino. Poiché all’aumentare del diametro cresce anche la massa di minerale ferroso da macinare e quindi il carico degli elementi strutturali e del motore, tutti i componenti sono stati sottoposti a un’approfondita analisi dei rischi.

Nell’estrazione di minerali ferrosi e altri materiali contenuti in rocce dure vengono impiegati autocarri giganteschi. I costi di acquisto, così come i consumi di carburante e le emissioni di anidride carbonica, sono enormi. Con il sistema Integrated Skip Conveying and Crushing, ThyssenKrupp Resource Technologies propone un’alternativa sostenibile ed economica: diversamente dal trasporto su camion, dove oltre al carico utile è necessario muovere anche il peso del mezzo stesso, il sistema Integrated Skip Conveying and Crushing impiega solo l’energia indispensabile al trasporto del carico utile. Questo risultato si ottiene grazie alla speciale concezione dell’impianto, nel quale i pesi propri degli skip si compensano a vicenda. Due skip collegati fra loro da un azionamento a fune effettuano il trasporto di interi carichi di autocarro (dalla stazione di carico all’impianto di frantumazione nella parte superiore della cava) lungo appositi binari, con la possibilità di scegliere la via più corta, grazie a inclinazioni che possono raggiungere i 75 gradi. Il trasporto ulteriore del materiale dal frantumatore al luogo di destinazione finale può essere effettuato tramite nastri.

Con il nuovo A60H da 55 t di carico, Volvo Construction Equipment (Volvo CE) risponde all’aumento della domanda di dumper articolati con capacità di carico maggiori. Più della metà dei dumper articolati venduti dai costruttori in tutto il mondo appartiene alla classe A40. La capacità di carico del Volvo A60H è superiore del 40 percento alla serie A40, offrendo quindi al cliente una riduzione del costo per tonnellata. La nuova taglia rappresenta anche per percorsi cedevoli, accidentati e ripidi una valida alternativa ai ribaltabili a telaio rigido e ai mezzi pesanti da cantiere, poiché consente di trasportare quantità di materiale comparabili in tempi più brevi. Questi dumper articolati estremamente adattabili alle condizioni del terreno riducono anche le esigenze di manutenzione del terreno, contribuendo all’abbattimento dei costi. Stabilità eccezionale, grande comfort e velocità sostenute sono garantiti dalla trasmissione accuratamente studiata, dal controllo di trazione automatico (con bloccaggio del differenziale al 100%), dal giunto rotante esente da manutenzione, dallo sterzo idromeccanico e dalle sospensioni attive sul telaio anteriore.

L’azienda Zeppelin ha rilevato nel dicembre 2013 le attività di vendita e assistenza delle macchine da miniera di Caterpillar Global Mining. Il carbone bituminoso viene estratto da coltivazioni a lunghe fronti, con una dotazione tecnologica composta da supporto del tetto, macchina di estrazione e trasportatore a catena raschiante per l’asportazione del carbone distaccato. Per l’estrazione a taglio vengono impiegate tagliatrici a tamburo con due cilindri di taglio. Nei filoni di basso spessore il carbone viene asportato mediante sistemi ad aratro con uncini a strappo o lame. Le macchine di estrazione vengono quindi condotte al trasportatore detto Armored Face Conveyer. Per lasciare libero lo spazio della fronte di estrazione e garantire la sicurezza degli operai, vengono impiegati supporti del tetto. A bauma Zeppelin presenta il sistema ad aratro GH 800, proposto in combinazione con tre unità di supporto del tetto dell’azienda RAG Anthrazit Ibbenbüren.
L’escavatore per tunnel 328DLCR di Zeppelin Baumaschinen GmbH ha un braccio specificamente studiato per la costruzione di gallerie e un raggio posteriore compatto di soli 1,90 m. Grazie al braccio ottimizzato per gallerie di tipo europeo e altezze di lavoro ridotte, l’escavatore raggiunge avanzamenti di 2,30 m già a 5,5 m di altezza di lavoro. È quindi l’unico escavatore per tunnel da 43 t con l’ingombro di una macchina da 27 t ma un avanzamento nettamente più veloce grazie alla maggiore potenza. L’ingombro compatto consente di ridurre anche il profilo della galleria e quindi il volume di materiale asportato, semplificando la costruzione della galleria.