Piattaforma 3DEXPERIENCE per confezioni perfette

29/05/2015

MWV, multinazionale leader nel packaging, doveva ridurre del 33% i tempi per lo sviluppo di imballaggi secondari innovativi, partendo dalle indicazioni dei consumatori, per soddisfare le richieste di time-to-market delle aziende di prodotti di largo consumo confezionati.
MWV ha scelto la piattaforma 3DEXPERIENCE® basata sull’architettura V6 per tutte le fasi del processo di sviluppo delle confezioni, dal brainstorming sulle idee di marketing, passando per la progettazione in 3D, fino alla simulazione e alla produzione.
Grazie alla piattaforma 3DEXPERIENCE, MWV ha compresso i tempi da 18 a sei mesi, definendo processi operativi più efficienti e snellendo la gestione dei dati 3D dalla progettazione alla produzione.

Molti produttori di bevande cercano confezioni a costi accessibili che offrano la massima efficienza nelle fasi di produzione e spedizione. MWV, azienda di primo piano nell’industria del packaging, va oltre questo semplice approccio. Grazie alla sua conoscenza approfondita del mercato e a soluzioni innovative, è diventata un partner di riferimento per i grandi marchi del beverage di tutto il mondo.
“Ci occupiamo di tutto,” afferma Gérard Louret, che guida l’attività di sviluppo degli impianti di MWV. “Facciamo i test sui consumatori, disegniamo le confezioni e, infine, progettiamo e costruiamo le macchine per produrre quelle stesse confezioni. Ciò che ci distingue dalla concorrenza è la completa integrazione di tutti gli aspetti, dal brand engagement al supermercato.”
Nel 2011 MWV ha lanciato Insight to In-Market, un approccio completamente integrato studiato per realizzare imballaggi che si distinguono sullo scaffale e al tempo stesso offrono ai clienti un time-to-market rapido, flessibilità e agilità. Insight to In-Market è un approccio fondato sull’analisi dei consumatori e dei mercati. I rilevamenti consentono di individuare le opportunità per lo sviluppo di confezioni coinvolgenti, capaci di rafforzare l’esperienza del consumatore e la sua fidelizzazione al marchio.
“Per i nostri clienti la confezione sta diventando parte integrante del loro patrimonio di marca, della cosiddetta brand equity. Sono sempre più interessati a capire come la confezione possa contribuire ad aumentare il consumo dei loro prodotti,” spiega Bill Cecil, vicepresidente della divisione beverage di MWV, che si occupa di impianti e automazione.
“Pensate alle bevande nel negozio sotto casa,” prosegue. “L’azienda spende milioni per sviluppare il prodotto e il design della lattina o della bottiglia, cioè l’imballaggio primario, ma presta poca attenzione all’imballaggio secondario che i consumatori vedono sullo scaffale, tipicamente una scatola di cartone. Il design e la produzione della scatola vengono affidati al confezionatore.”
MWV ha capito che l’imballaggio secondario è un veicolo di marketing fondamentale per differenziare un marchio agli occhi dei consumatori. “Quello che i commercianti non capiscono è che il packaging è un veicolo pubblicitario efficacissimo,” sottolinea Cecil. “Nessuno può fare a meno di interagire con la confezione, mentre non è così per gli spot televisivi, la pubblicità sulle riviste o la cartellonistica. Quindi il packaging è un mezzo pubblicitario incredibilmente importante ed efficace.”

Innovazione rapida con la 3DEXPERIENCE
A supporto della strategia Insight to In-Market, MWV ha ingaggiato esperti delle più note aziende del largo consumo con competenze di analisi dei consumatori, studi di mercato e branding. Dal loro lavoro sono state definite strategie di packaging incentrate sul marchio che soddisfano e superano le aspettative del consumatore, del rivenditore e del brand.
L’efficienza dell’intero processo è fondamentale. Il ciclo per lo sviluppo di nuove confezioni varia da 12 a 18 mesi, con una prevalenza delle tempistiche più lunghe. “Il nostro obiettivo è passare da 18 a soli sei mesi,” dichiara Cecil.
Come? Grazie alla progettazione collaborativa collegata direttamente alla produzione, con una soluzione basata sulla piattaforma 3DEXPERIENCE di Dassault Systèmes.
“Nella piattaforma 3DEXPERIENCE tutti gli strumenti di progettazione e produzione sono integrati,” dice Cecil.
“Questo aspetto è particolarmente importante per MWV perché progettiamo e produciamo imballaggi in tutto il mondo, dalla Cina al Giappone, dall’Australia all’Europa, fino alle Americhe. La concezione collaborativa delle soluzioni di Dassault Systèmes è critica per il nostro lavoro.”
Louret conferma: “Abbiamo scelto questa piattaforma perché coincide esattamente con la nostra strategia. Attualmente la piattaforma offre un’integrazione completa e la piena compatibilità fra i vari moduli. Abbiamo una soluzione completamente integrata e completamente compatibile.”

La collaborazione paga
L’implementazione è partita da un piccolo progetto pilota in Francia, supportato da Keonys, partner di Dassault Systèmes, con il successivo coinvolgimento dei team di progettazione in Australia, Stati Uniti, Cina, Germania e Brasile. I progettisti distribuiti nella varie sedi possono lavorare insieme con la massima fluidità, collaborando in modo efficiente grazie alla piattaforma.
“La formula vincente per i nostri clienti è la velocità unita alla qualità delle nostre soluzioni,” dice Cecil. “Dobbiamo sviluppare l’imballaggio giusto per il loro marchio e i loro consumatori, che sia efficiente e automatizzabile su scala globale.”
Tutto parte dalle riunioni con i clienti. In passato MWV e i clienti si presentavano a queste riunioni con un bloc-notes e poco altro. Ora portano con sé tutta la potenza della piattaforma 3DEXPERIENCE per l’innovazione collaborativa.
Una soluzione che ha avuto un forte impatto sul processo è Concept Development, parte della Industry Solution Experience Perfect Package. “Prima disegnavamo schizzi su carta, su una lavagna bianca o su una lavagna a fogli. Era un processo molto creativo, ma alla fine non avevamo nulla che potessimo convertire velocemente in un progetto,” ricorda Cecil.

Creare la “confezione perfetta”
Oggi, invece, utilizzando Concept Development nelle riunioni di brainstorming, il team di MWV può valutare un ventaglio più ampio di progetti alternativi. Tutti possono osservare un modello facendolo ruotare e analizzare diverse opzioni insieme al cliente, tutto in 3D. Possono salvare un’opzione di progetto come configurazione base, quindi procedere con l’analisi di numerose alternative, passando da uno schizzo concettuale in 3D a svariati rendering di confezioni in soli 30 minuti.
“Dove prima impiegavamo giorni, oggi ci basta un’ora,” afferma Cecil. “Lavorando con la piattaforma 3DEXPERIENCE acceleriamo il processo di progettazione e possiamo analizzare molte opzioni, giungendo velocemente alla soluzione migliore.”
Complementare a Perfect Package, la Industry Solution Experience Perfect Shelf consente ai progettisti di MWV di simulare e visualizzare un progetto di confezione, quindi posizionarlo su uno scaffale virtuale insieme ai prodotti della concorrenza. “Uno dei punti deboli del processo tradizionale è che le confezioni vengono sviluppate fuori da ogni contesto,” osserva Cecil. “Questa soluzione mostra invece come appare la nostra confezione rispetto agli altri prodotti in commercio, incentivando la ricerca di soluzioni e accorgimenti per differenziarla.”
“È un’evoluzione concreta tanto per il cliente quanto per gli ingegneri,” aggiunge Louret. “Grazie alla piattaforma 3DEXPERIENCE possiamo avere una riproduzione 3D dettagliata della confezione, che i clienti possono visualizzare e analizzare, confrontandola eventualmente con altre soluzioni, prima ancora di avere fra le mani la confezione vera e propria.”

Nuova versatilità in produzione
Lavorando in 3D non solo i progettisti possono visualizzare meglio gli imballaggi che stanno realizzando, ma diventa anche più semplice e rapido passare alla fase di produzione della confezione. Una volta finalizzato il design, MWV progetta le macchine per la lavorazione dei materiali e la creazione della confezione.
“Poiché la piattaforma 3DEXPERIENCE integra a livello digitale tutti i dati generati, il progetto finale in 3D arriva fino all’automazione; così i nostri progettisti di impianti possono contare oggi su un facsimile digitale da mettere in produzione, su una macchina progettata con le soluzioni Single Source for Speed e Smart and Synchronized,” spiega Cecil. “L’integrazione fra i diversi processi aziendali fa risparmiare moltissimo tempo. Abbiamo accorciato il processo del 50-60%.”
“È una rivoluzione,” conferma Louret. “Nel momento stesso in cui viene sviluppata in 3D, la confezione è pienamente compatibile con le macchine. Possiamo prendere la confezione 3D e metterla direttamente in macchina, senza alcun bisogno di rilavorazioni. È un enorme passo avanti per i nostri ingegneri.”

Semplificare la produzione nel XXI secolo
Con il passaggio alla piattaforma 3DEXPERIENCE, MWV ha guadagnato anche in flessibilità nella progettazione e nella costruzione di macchine per imballaggio destinati ai clienti del nuovo millennio.
“La nostra ultima generazione di macchine si basa sull’idea che i nostri clienti hanno bisogno di flessibilità e agilità per adattarsi alla continua evoluzione del mercato,” dice Cecil. In passato molte delle operazioni necessarie per produrre una scatola erano “incorporate” nella macchina. Oggi, le macchine moderne sono comandate da software, pertanto MWV utilizza software di produzione e robotica integrata per aggiornare le macchine.
“Possiamo progettare una macchina in grado di produrre 30 diversi imballaggi,” afferma Cecil. “Quando le esigenze del cliente cambiano e disegniamo nuove confezioni per soddisfare le nuove richieste, ci basta semplicemente utilizzare la piattaforma 3DEXPERIENCE per modificare il software, abilitando una macchina esistente alla produzione della nuova confezione. I nostri clienti risparmiano tempo e denaro, semplificando il passaggio a una nuova generazione di imballaggi.”
Inoltre, collaudare le modifiche software direttamente sull’impianto produttivo del cliente sarebbe impraticabile. A questo scopo MWV conserva una copia virtuale della macchina confezionatrice sulla piattaforma 3DEXPERIENCE. Quando modifica il software per produrre una nuova confezione, l’azienda effettua un collaudo sulla macchina virtuale. La piattaforma simula l’intero processo di produzione, inclusa la fustellatura e la pallettizzazione.
“Anche in questo caso si ha un notevole risparmio di tempo, perché le macchine sono molto complesse,” osserva Cecil. “Ci possono volere tre settimane per configurare fisicamente una macchina installata; ora possiamo svolgere le stesse operazioni in un contesto virtuale, molto più velocemente, senza mettere piede in fabbrica.”

Abbinamento Perfetto
Cecil sottolinea come l’approccio integrato di MWV all’imballaggio (dalla ricerca sui consumatori, passando per la progettazione del prodotto, fino alla produzione) si sposi perfettamente con la proposta di Dassault Systèmes.
“La concezione collaborativa delle soluzioni di Dassault Systèmes e la connettività di tutti gli strumenti sono stati assolutamente fondamentali per realizzare la nostra strategia,” conclude Cecil. “La piattaforma 3DEXPERIENCE è la nostra colonna portante.”

 

File allegati


Link utili


Tags

Nessun tag.