Generazione Riuscita

01/02/2013

Dall’integrazione di tre realtà con organizzazioni e strumenti di lavoro differenti, nel 2009 è nata un’azienda la cui efficienza e affidabilità è oggi riconosciuta da tutto il mercato con un flusso d’ordini in continuo aumento. La “rinascita” di Costampress è stata guidata con successo dalla seconda generazione e da un nuovo gruppo di lavoro, con il supporto delle tecnologie software di Dassault Systèmes.

È giovane Nicola Crosato, e siede alla scrivania dell’amministratore delegato. Certo, è “il figlio del padrone”, ma la chiarezza e la passione con cui parla del suo lavoro e della sua azienda non lasciano dubbi su chi ha ormai preso saldamente in mano il timone, conducendo la barca verso destinazioni fino ad alcuni anni fa impensabili. L’avvicendamento generazionale è avvenuto nel2010, a39 anni dalla fondazione dell’azienda per opera del padre, Ladino Crosato, e altri due soci. Costampress nasce infatti nel 1971 come azienda che progetta e costruisce stampi per pressofusione di leghe di alluminio. È un terzista che costruisce attrezzature su richiesta di fonderie italiane o estere, con una visione ristretta al prodotto finale. In quegli anni la progettazione viene eseguita su tecnigrafo partendo dal pezzo del cliente, ma Costampress mostra già la capacità di guardare avanti rispetto alla concorrenza, adottando fin dal 1988 la modellazione in 3D. Nel 1994 arriva il primo simulatore CAM e il lavoro non presidiato nell’officina stampi. “Stiamo parlando di tempi in cui non esistevano forti pressioni dalla concorrenza e dal mercato,” sottolinea Crosato, “ma la proprietà ha sempre avuto l’ambizione di introdurre strumenti innovativi per avvantaggiarsi sulla concorrenza.”
Nella stessa ottica di evoluzione continua, nel 1994 la proprietà avvia un’altra azienda, Pressofusione Veneta. Si tratta di una fonderia per stampare oggetti in alluminio creata principalmente allo scopo di raccogliere dati di ritorno dalla produzione per miglioramenti progettuali. “Facevamo esclusivamente campionature e test di stampi affinché il nostro ufficio tecnico potesse capire dove migliorare per dare un beneficio a chi operava in produzione e usava le attrezzature,” racconta Crosato. “Poi gradualmente è diventata una vera e propria attività di produzione scollegata e autonoma, con clienti che commissionavano stampi e fusioni.”
Quando la richiesta del mercato si è estesa alla lavorazione meccanica dei prezzi pressofusi, è nata anche MC. Nel 2009 la situazione vedeva tre aziende con un’unica proprietà ma autonome dal punto di vista operativo, con tre reparti tecnici separati. “Quando il business ha cominciato a rallentare, abbiamo approfittato della crisi per cambiare e puntare a un mercato differente, unificando le tre realtà per trasformarci da terzisti scollegati a fornitori diretti di determinati settori e clienti, soprattutto nell’industria automobilistica,” spiega Crosato.

Integrazione a tutto campo
L’operazione guidata dalla società ha ottenuto il pieno riconoscimento e apprezzamento del mercato, che ha risposto con un flusso di ordinativi tale da mettere a dura prova la capacità dell’azienda di Gardigiano di Scorzè, in provincia di Venezia. “Oggi abbiamo in casa la progettazione, la costruzione di stampi, la fonderia e le lavorazioni meccaniche, ma non era sufficiente unire le tre società,” prosegue l’amministratore delegato. “Serviva un’infrastruttura diversa per interfacciarci con una nuova tipologia di clienti, produttori diretti con organizzazioni multinazionali che forniscono sottocomponenti per auto.”Gli uffici tecnici di Costampress utilizzavano da tempo software CAD standalone per la progettazione di stampi, con soluzioni diverse per lavorare in co-design con i vari clienti. “Abbiamo sempre promosso con le fonderie nostre clienti l’importanza del co-design,” conferma Crosato, “ma per fare co-design con clienti di fascia alta che usano strumenti avanzati avevamo applicativi non più adeguati. Ci serviva una marcia in più e, fra tre opzioni, abbiamo scelto Catia di Dassault Systèmes.”
Un sondaggio fra i potenziali clienti ha infatti evidenziato come Catia fosse il software più utilizzato e quello che dava le maggiori garanzie di stabilità in fase di lavorazione, non solo nella modellazione pura e nel co-design, ma anche e soprattutto negli stampi veri e propri. “Volevamo un software che fosse stabile e potente e, poiché dal 2009 con la crisi i margini si sono ridotti, dovevamo accorciare i tempi di progettazione,” afferma Crosato. “Catia è stato implementato con un investimento importante in una fase difficile, nell’ottica di un nuovo progetto complessivo per la nostra azienda, con uno sforzo notevole da parte della proprietà.”
Nel 2009, dopo test approfonditi, sono arrivate in Costampress le prime quattro licenze, accompagnate da corsi di formazione sia interni sia presso Spaziosystem, il Partner di Dassault Systèmes che fornisce all’azienda veneta tutti i servizi di supporto. Oggi sono sei i tecnici che utilizzano Catia con licenze flottanti e, in prospettiva, l’azienda intende sfruttare la possibilità offerta dalla nuova tecnologia V6 di lavorare in più persone simultaneamente su un unico stampo.

A braccetto con il cliente
Grazie alla propria lungimiranza e all’adozione di strumenti adeguati, Costampress ha oggi la capacità di dare risposte celeri ed efficienti ai propri clienti. “Abbiamo instaurato rapporti di fiducia e riservatezza con i nostri clienti principali, per poterci scambiare file nativi con enorme vantaggio per tutti,” dice Crosato. “Se il cliente ci fornisce il 3D nativo, noi lo possiamo elaborare e restituire il modello perfezionato. I nostri tecnici ricevono il modello e si occupano di tutta la parte di industrializzazione, definendo sformi, raggi, nervature e masse per la riduzione dei pesi, aspetto molto importante quando si lavora con un materiale costoso come l’alluminio su milioni di pezzi. I clienti ci dicono che non hanno mai avuto fornitori che siano veramente partner come lo siamo noi. Al di là dell’interfacciamento diretto a livello informatico e software, instauriamo infatti un rapporto di collaborazione diretta, inviando i nostri addetti direttamente nell’ufficio tecnico del cliente per sviluppare insieme il prodotto, utilizzando una licenza flottante di Catia installata su un PC portatile. Così si tagliano drasticamente i tempi. I nostri tecnici non sono più solo progettisti di stampi, ma veri e propri sviluppatori di prodotto capaci di apportare modifiche a un prodotto del cliente per ridurre i costi loro e nostri. In pratica, sosteniamo la nostra competitività fornendo al cliente soluzioni che riducono i suoi costi di produzione, laddove non possiamo ridurre ulteriormente i nostri di fusione. Davanti alla crisi, come per tutti, l’alternativa era delocalizzare la produzione, ma Costampress è un’azienda familiare, nata con fondamenta artigianali e fortemente radicata nel territorio: delocalizzare avrebbe significato snaturare la nostra realtà.”

Sempre in evoluzione
Oggi, Catia offre a Costampress stabilità e potenza senza paragoni rispetto alla situazione precedente, come conferma Crosato. “Soprattutto la stabilità e la velocità sono essenziali per i nostri tecnici, poiché riducono i problemi di stress generati dai tempi strettissimi. Questo progetto ambizioso è destinato a trasformare l’azienda in maniera importante. Nei prossimi due anni abbiamo già pianificato nuovi investimenti che porteranno a un aumento sostanziale del fatturato. In particolare, introdurremo figure di project leader che seguano tutto l’iter del prodotto, dalla nascita fino all’avvio in produzione. Dovremo aprire un nuovo ufficio tecnico per seguire queste attività, con ingegneri dedicati. In quest’ottica dobbiamo rivedere il parco licenze di Catia e capire le ulteriori potenzialità del software. Ci avvarremo nuovamente del supporto di Spaziosystem per capire quali strumenti possono essere utili all’azienda per portare avanti questo progetto.” Il rapporto con Spaziosystem dura ormai da diversi anni, nei quali il Partner di Dassault Systèmes ha visto crescere e trasformare la realtà di Costampress.

 

File allegati


Link utili

Costampress