Focus nazionali, convegni e tavole rotonde a IFAT 2016

29/03/2016

I focus nazionali di IFAT presentano mercati specifici e le relative sfide.

Oltre 3.000 espositori da più di 50 Paesi, circa 135.000 visitatori attesi, 230.000 metri quadrati di superficie espositiva: sono le cifre di IFAT 2016, dal 30 maggio al 3 giugno a Monaco di Baviera. Ma il Salone Mondiale per Acque Primarie, Acque Reflue, Rifiuti Solidi e Materie Prime Secondarie non offre solo grandi numeri: ci sarà come sempre un programma collaterale prestigioso, con convegni, focus nazionali e tematici, tavole rotonde e presentazioni degli espositori.

Focus nazionali
I focus nazionali di IFAT presentano mercati specifici e le relative sfide. Che cosa muove il settore in questi Paesi? Come sono cambiate le condizioni politiche e come bisogna muoversi ora? In collaborazione con il Ministero per l’Ambiente e la Tutela dei Consumatori (StMUV) l’Ente Fiera di Monaco di Baviera proporrà convegni su Canada, Sudafrica, China e America Latina/Messico. Il Ministero Tedesco dell’Ambiente, Conservazione della Natura, Lavori Pubblici e Sicurezza Nucleare (BMUB) presenterà il mercato della Croazia e, in collaborazione con German Water Partnership (GWP), analizzerà i mercati turco, iraniano e indiano. GWP si occuperà inoltre del Vietnam e, in collaborazione con la Arab Countries Water Utilities Association (ACWUA) affronterà il tema dello sviluppo idrico nell’area MENA (Medio Oriente e Nord Africa).L’organizzazione dello speciale dedicato al Sudamerica “From Mining to Urban Mining” è affidata a Messe München in collaborazione con il Ministero Tedesco dell’Economia e dell’Energia (BMWi).

Focus tematici
Un altro appuntamento fisso a IFAT sono le presentazioni e i convegni su tempi di attualità socio-politica. L’associazione dell’industria tedesca di smaltimento, acque e materie prime (BDE) organizza quest’anno una serie di speciali sui temi “Incendi negli impianti di riciclaggio: riduzione di rischi e danni”, “Riciclare dall’inizio: la gestione pratica dei rifiuti commerciali” e “L’importanza della termovalorizzazione dei rifiuti in Germania: fra ecologia ed economia”. Fra gli speciali del BMUB, oltre a “Sponge City – Prevenire le inondazioni e la siccità: la città idrosensibile”, segnaliamo “Il pacchetto UE sull’economia circolare“, la “Legge sulle materie preziose”, “Iniziativa export per le tecnologie ambientali” e “Riciclaggio del fosforo dai fanghi di depurazione: stato dell’arte e prospettive future“.
L’associazione dei costruttori tedeschi di macchine e impianti (VDMA) tratterà nelle sue presentazioni di “Tecnologie per rifiuti e riciclaggio alla conquista dei mercati mondiali” e “Valorizzazione del legno usato: la Germania in un vicolo cieco”. Il tema “Waste to Energy” verrà affrontato in collaborazione con Umweltcluster Bayern.
Il Ministero Tedesco dell’Istruzione e della Ricerca (BMBF) sfrutterà la vetrina di IFAT per presentare il suo programma sulla “Gestione sostenibile dell’acqua” (NaWaM). Nel suo convegno la International Water Association (IWA) affronta il tema “Water & Clean Tech: The innovations and technologies putting water and wastewater at the forefront of the Cleantech agenda”.
Il programma di convegni è come sempre accompagnato da mostre speciali e relazioni nel padiglione B0. Per la seconda volta l’associazione tedesca dell’industria di acque chiare e reflue e rifiuti (DWA) organizza l’iniziativa “Think Green – Think Future”. L’evento ruota attorno ai temi della ricerca, della formazione e della crescita personale. Ci saranno anche la Young Professionals Lounge, la bacheca del Jobwall e uno Speakers‘ Corner con presentazioni specializzate e discussioni plenarie.
Debutto per la Conferenza Europea sulle Risorse, dal 31 maggio all’1 giugno nella sala conferenze B1, in collaborazione con il Ministero Tedesco per l’Ambiente e la Tutela dei Consumatori e l’Associazione Tedesca dell’Industria dei Rifiuti (DGAW). Il tema centrale sarà l’efficienza delle risorse.

La partecipazione a tutti gli eventi è gratuita. Tutti gli interventi sono accompagnati da traduzione simultanea in tedesco e inglese.