Con opti si vede tutto più chiaro

30/01/2019

Gli operatori qualificati hanno accolto con favore e familiarizzato velocemente con la nuova disposizione dei padiglioni serviti da tre ingressi. Tutti hanno apprezzato la suddivisione chiara e ordinata dei padiglioni.

Questa volta tutti hanno messo in conto una breve pausa… davanti alle piante dei padiglioni. Con l’ampliamento di opti a sei padiglioni, è cambiata la struttura tradizionale del salone che i frequentatori più assidui conoscevano ormai a memoria. Ma poi tutti hanno ritrovato le loro mete preferite. “Gli operatori qualificati hanno accolto con favore e familiarizzato velocemente con la nuova disposizione dei padiglioni serviti da tre ingressi. Tutti hanno apprezzato la suddivisione chiara e ordinata dei padiglioni,” afferma Dieter Dohr, Presidente di GHM Gesellschaft für Handwerksmessen mbH. “Nel sondaggio condotto da un istituto indipendente di ricerche di mercato, nove visitatori su dieci e sette espositori su dieci hanno assegnato il massimo dei voti. Indipendentemente da questi giudizi molto positivi, anche quest’anno abbiamo riconfermato la formula vincente che applichiamo dal 2008: dopo ogni edizione facciamo un’analisi approfondita per migliorare costantemente opti!“

Oltre alla classica ricerca di novità, l’interesse dei visitatori si è focalizzato sull’avviamento di nuovi rapporti commerciali e sull’attività di formazione e aggiornamento professionale. Le “isole di conoscenze” finora sparse in diversi padiglioni sono state riunite nel padiglione C4 per rispondere alla domanda di aggiornamento e informazione degli operatori con diverse proposte. Accanto a quest’area i visitatori hanno trovato la Borsa del Lavoro e il Campus, il Forum e l’area SHOWCASE dedicata al tema del “viaggio del cliente”.
In quattro postazioni chiamate “Strategy”, “Need”, “Buy” e “Use” sono stati illustrati tutti gli aspetti di cui gli ottici devono tenere conto quando si rivolgono ai loro clienti. Nell’ambito di visite guidate con esempi concreti di best practice, i visitatori hanno ricevuto preziosi consigli pratici per la loro attività quotidiana. Questo percorso di formazione continua anche dopo la fiera. “Abbiamo predisposto tutte le informazioni sul Customer Journey anche in digitale, in modo che siano fruibili sul sito www.optishowcase.de per 365 giorni all’anno. In questo modo opti fa un grande passo avanti verso la creazione di una piattaforma di conoscenze per l’ottica attiva 24×7,” afferma Dohr.

Accanto alla SHOWCASE, gli operatori assetati di conoscenze e informazioni hanno trovato interessanti presentazioni e coinvolgenti tavole rotonde proposte da opti FORUM. Complessivamente nove visitatori su dieci hanno partecipato ad almeno una delle 34 presentazioni. In cima alle preferenze del pubblico si sono posizionate le presentazioni sull’approccio al cliente. “Quali clienti acquistano occhiali e dove li acquistano oggi e in futuro”, “Eventi per raggiungere i clienti propensi all’acquisto” e il tema di grande attualità “Più visibilità con i social network” trattato da due influencer di primo piano. Un altro momento saliente del forum è stata la consegna del premio BLOGGER SPECTACLE 2019 ai migliori esordienti degli opti BOX. Blogger di moda, lifestyle e occhialeria di tutta Europa hanno premiato il “debuttante” Rounder Rounder di Hong Kong.

La prossima edizione di opti si svolgerà dal 10 al 12 gennaio 2020 a Monaco di Baviera.