automatica batte nuovamente tutti i record

26/06/2018

automatica tratta i temi futuri della collaborazione fra uomini e robot, della trasformazione digitale in produzione e della robotica di servizio.

automatica 2018 ha stabilito nuovi record, con oltre 46.000 visitatori (+7 percento) e 890 espositori (+7 percento). Il direttore generale Falk Senger commenta: “automatica tratta i temi futuri della collaborazione fra uomini e robot, della trasformazione digitale in produzione e della robotica di servizio. I risultati dimostrano che la storia dell’automazione e della robotica si scrive a Monaco di Baviera!” Senger sottolinea in particolare la crescente internazionalità della manifestazione: “Abbiamo registrato un incremento del 20 percento nelle presenze dall’estero, a dimostrazione che automatica diventa sempre più importante a livello globale.” Ivanka Stefanova-Achter PR Manager
Il Dott. Norbert Stein, rappresentante del settore in qualità di Presidente del Consiglio Direttivo di VDMA Robotics + Automation e Amministratore Delegato di VITRONIC GmbH, è convinto della validità della formula: “automatica ha alzato l’asticella ancora una volta. Il salone mostra il futuro dell’automazione e fornisce informazioni utili per orientare gli operatori ai massimi livelli. Qualità e quantità dei visitatori: eccellente!”.
Per Vegard Nerseth, Managing Director di ABB Robotics, spiega così l’importanza di automatica per la sua azienda: “automatica è la fiera più importante nel mondo della robotica e dell’automazione. La manifestazione punta i riflettori sulle tecnologie del futuro: questo è il motivo principale per cui veniamo a Monaco di Baviera.

La produzione connessa è già realtà
L’offerta espositiva si è arricchita di nuovi nomi, prodotti e concetti. Il motto era digitalizzazione, facilità operativa e maggiore flessibilità in produzione, con l’obiettivo di aprire nuovi ambiti applicativi.
Ralf-Michael Franke, CEO della Factory Automation Business Unit di Siemens AG, ha commentato così il debutto della sua azienda: “La nostra offerta per l’impresa digitale si sposa perfettamente con il motto di automatica ‘Optimize your Production’. Siemens fornisce soluzioni software e hardware complete che consentono di integrare e digitalizzare l’intera catena del valore. In questo modo i costruttori e gli utilizzatori di macchine possono già sfruttare i benefici dell’Industria 4.0.”
Wilfried Eberhardt, Chief Marketing Officer di KUKA AG, sottolinea un vantaggio chiave nell’ambito della produzione connessa: “Il tema IoT è parte integrante dell’automazione intelligente e automatica è l’unico salone al mondo che tratta questo argomento. Per questo motivo è sinonimo di innovazione: qui i visitatori possono vedere il futuro in anteprima.”

In evidenza: IT2Industry
Con nuovi espositori, relatori specializzati e dimostrazioni, il tema “IT” occupa un ruolo centrale in fiera. Sessantaquattro aziende hanno presentato soluzioni in ambito IT nell’area IT2Industry. Il Dott. Christian Schlögel, CEO di connyun GmbH, ha dichiarato: “automatica 2018 ha mostrato quali opportunità tecnologiche sono disponibili per le aziende che devono realizzare la trasformazione digitale. È impressionante vedere gli sviluppi dell’IoT industriale e constatare l’enorme potenziale ancora disponibile.

Le macchine parlano la stessa lingua
Uno dei principali motori della crescita futura è la connettività fra macchine. L’elemento decisivo in questo ambito è la standardizzazione delle interfacce di comunicazione. L’importanza della collaborazione fra i protagonisti del settore è stata sottolineata dall’iniziativa OPC UA Demonstrator di VDMA Robotics + Automation, con il coinvolgimento di 31 aziende.
“L’interoperabilità è la chiave per differenziare i nostri prodotti nel mondo interconnesso dell’Industria 4.0. OPC UA è lo standard designato per far parlare alle macchine una lingua comune nella fabbrica intelligente del futuro,” ha osservato il Dott. Horst Heinol-Heikkinen, Presidente della VDMA OPC Vision Initiative.

Collaborazione, tema dominante
La robotica collaborativa sta rapidamente conquistando il mercato e aprendo possibilità di automazione pressoché illimitate. Dal sensore, passando per il cobot, fino agli impianti completi, l’interazione diretta fra uomo e macchina è sempre più accettata.
La tecnologia continua a progredire grazie alla stretta collaborazione fra scienza e industria. Monaco di Baviera rappresenta da questo punto di vista un crocevia internazionale. Il Prof. Oussama Khatib dell’Università di Stanford spiega: “Quest’anno automatica ha aperto una finestra sulle applicazioni emergenti nel settore della robotica. I robot in grado di lavorare a stretto contatto con addetti in carne e ossa vengono fabbricati per essere impiegati nel mondo reale, a testimonianza della proficua collaborazione e del trasferimento tecnologico in atto fra ricerca e industria.

Le persone nella Smart Factory
C’è una domanda che va oltre i temi della fiera: Come lavoreranno le persone in futuro? Con la mostra speciale “People in the Smart Factory”, l’associazione di settore VDMA Robotics +
Automation ha dato concretezza al tema del Lavoro 4.0: sistemi di assistenza digitali alle attività di assemblaggio manuali, realtà aumentata, comandi gestuali, esoscheletri e dispositivi indossabili che semplificano l’interazione fra uomo e macchina. Patrick Schwarzkopf, Direttore Generale di VDMA Robotik + Automation, spiega: “I lavori diventeranno più attraenti ed ergonomici. Uomini e macchine hanno punti di forza complementari! Questa constatazione offre grandi opportunità per migliorare i posti di lavoro. L’argomento occupa ad automatica un posto di primo piano come a nessun altro salone.”

In prospettiva: intelligenza artificiale
L’intelligenza artificiale (AI) è la prossima frontiera tecnologica. automatica ha dato spazio alle competenze in questo ambito con molti interventi dedicati. L’utilizzo dell’intelligenza artificiale per l’analisi dei dati può imprimere una forte spinta alla crescita del settore. In questo contesto è fondamentale il dialogo interdisciplinare. “Per sfruttare con successo il potenziale economico, in futuro i fornitori di automazione e IT dovranno collaborare più intensamente con gli esperti di AI,” sottolinea Ralf Bucksch, Technical Executive di Watson IoT Europe, IBM Sales & Distribution, Software Sales.

Startup e promozione delle giovani generazioni
Nella Start-up Arena si sono presentate ventitré giovani imprese da tutto il mondo. Con questa iniziativa automatica promuove interscambi e interazioni nel settore e accompagna i giovani imprenditori lunga la via verso il successo.
Con i format Makeathon, Integration Islands ed Escape Game, il salone si è rivolto in modo mirato ai giovani. Oltre 120 partecipanti al Makeathon e 200 studenti hanno portato una ventata di aria fresca. Il direttore del salone Falk Senger sottolinea l’importanza di questa iniziativa: “La carenza di addetti qualificati è purtroppo una realtà quotidiana nel nostro settore e nelle PMI. Per risolvere questo problema continueremo a rafforzare il nostro impegno nella promozione dei giovani talenti.”

Voti alti da visitatori ed espositori
La manifestazione è stata pervasa da un clima positivo. Il 96 percento degli espositori e il 98 percento dei visitatori ha giudicato il salone ottimo, molto buono o buono. automatica è una piattaforma per investimenti concreti e il 97 percento dei visitatori ha confermato questo ruolo.

La prossima edizione di automatica è in programma dal 16 al 19 giugno 2020 a Monaco di Baviera.