50 anni di IFAT

28/04/2016

Buon compleanno IFAT!

IFAT, in programma dal 30 maggio al 3 giugno 2016 nel centro fieristico di Monaco di Baviera, compie 50 anni. La prima edizione de “Salone internazionale per il trattamento acque” risale infatti al 1966. A quella prima edizione parteciparono 147 espositori da nove nazioni e 10.200 visitatori da 40 Paesi, su una superficie di 18.000 metri quadrati. Tutto più piccolo, tutto diverso… Abbiamo incontrato quattro testimoni che erano presenti anche allora per ascoltare i loro ricordi.

Il Professor Dott. Ing. Hermann H. Hahn (insignito di una laurea honoris causa e di un dottorato di ricerca) ricorda bene il contesto socio-economico degli anni Sessanta: “La prima edizione di IFAT si svolse quando il concetto di ambiente non era ancora sulla bocca di tutti. La manifestazione ha contribuito a promuovere l’importanza delle sfide ambientali per il mondo intero.”Il professore ricorda ancora con stupore il debutto di IFAT: “Per la prima volta mi resi conto che ciò che avevo studiato ad Harvard poteva avere rilevanza mondiale e richiamare un pubblico internazionale di esperti scientifici e tecnici qualificati.”

Un’esigenza assolutamente urgente già allora: “Fino agli anni Sessanta non esistevano fiere specializzate per il trattamento di acque chiare e reflue. Quando si è cominciato a occuparsi del problema, le condizioni dei canali e delle condutture hanno sorpreso e letteralmente terrorizzato molti addetti ai lavori,” ricorda Horst J. Schumacher, editore della rivista per le pubbliche amministrazioni “Kommunalwirtschaft. “Fu allora che Messe München ebbe l’idea di organizzare la prima IFAT.”

Un’idea dalla quale è nata una storia di successo lunga 50 anni. Tom Kallmann, a quei tempi rappresentante estero di Messe München negli Stati Uniti, non ha dubbi: “Dico solo ‘res ipsa loquitur’, i fatti parlano da sé. La formula di IFAT, che si è evoluta costantemente negli anni seguendo lo sviluppo del settore delle tecnologie per l’ambiente, dimostra che i promotori della manifestazione erano lungimiranti e visionari.” Manfred Fischer, che nel 1966 partecipò alla prima edizione come ingegnere edile con due anni di esperienza nella professione, aggiunge: “L’evoluzione di IFAT in questi 50 anni è stata incredibile. Al debutto del salone i visitatori erano una piccola comunità di esperti tedeschi di trattamento delle acque, mentre oggi giungono decine di migliaia di operatori da tutto il mondo.” Lo stesso Fischer torna sempre volentieri a IFAT: “In effetti ho partecipato a tutte le 18 edizioni. Peccato che l’edizione del cinquantenario sia la numero 19 e non faccia cifra tonda.”

Già, proprio un peccato… ma gli oltre 3.000 espositori e 135.000 visitatori attesi non si lasceranno scoraggiare da questo piccolo dettaglio.